Cartella Stampa
Aggiornamento Luglio 2017

MutuiSupermarket.it, il miglior mutuo è digitale

Il servizio leader sul web per scegliere il mutuo online

MutuiSupermarket.it è il broker on line di mutui (www.mutuisupermarket.it), che in soli sei anni è diventato il nuovo punto di riferimento di famiglie e privati per la scelta del mutuo su internet.

Completamente gratuito e indipendente al 100%, MutuiSupermarket.it è sia un motore di ricerca e comparazione mutui, sia un mediatore creditizio online che mette in relazione il richiedente con le banche partner.

Dal debutto come start up nel 2011 fono ad oggi, MutuiSupermarket.it ha vissuto una crescita esponenziale che lo vede affermarsi come leader nella comparazione on line, con 410 mutui di 66 banche al miglior tasso garantito; 500.000 clienti soddisfatti, serviti ogni mese in tutta Italia; un nutrito gruppo di consulenti sempre aggiornati, iscritti all'Albo OAM dei mediatori creditizi. Nel 2016 ha intermediato finanziamenti per privati e famiglie per oltre 400 milioni di euro.

AD di MutuiSupermarket.it è Stefano Rossini, che, partendo dall’intuizione di ampliare un comparto dall’alto potenziale di sviluppo, ha ideato e (insieme al suo team di esperti) ha fatto crescere il servizio gestito da FairOne, società self-financed (con sede a Milano) attiva nella mediazione multimarca di prodotti di credito retail - mutui e prestiti (su www.prestitisupermarket.it).

MutuiSupermarket.it è CONSULENZA (anche telefonica) ALL-INCLUSIVE e DEDIZIONE AGLI UTENTI

Il mutuo on line altro non è che un normale mutuo che viene scelto via Internet, invece che presso la sede fisica della banca. Ottenere il maggior numero di preventivi - in poco tempo e a condizioni vantaggiose – è un valore aggiunto. Rispetto al canale tradizionale, un comparatore on line fa proprio questo: consente al potenziale mutuatario di visualizzare velocemente i prodotti delle varie banche e di valutare le diverse proposte sulla base dei requisiti richiesti (durata, importo, tasso fisso o variabile) con un notevole risparmio di tempi e costi.

Nello scenario competitivo di riferimento, MutuiSupermarket.it rappresenta una risorsa web estremamente innovativa e in costante evoluzione, sia in termini di contenuti sia di design del sito. La negoziazione virtuale su MutuiSupermarket.it si articola fondamentalmente in due sole fasi molto semplici: confronto e richiesta online del mutuo, a cui si affianca l’assistenza telefonica dei consulenti per la pre-approvazione e l’erogazione del finanziamento.

Fa la differenza del servizio l’approccio customer-centric, friendly e mirato, frutto dell'esperienza e di un track-record ultradecennale del proprio management, lo stesso che sviluppò per primo in Italia il servizio di confronto dei mutui sul canale internet.

In un panorama sempre più ricco di comparatori online, sono proprio gli internauti a valutare MutuiSupermarket.it come il migliore sito per la ricerca, la comparazione e la richiesta online del proprio mutuo. Questo perché offre un numero di “proposte” molto elevato, offrendo concretamente la possibilità di confrontare i diversi prodotti messi a disposizione dalle banche.

Fin dall’homepage, gli utenti hanno una visione comparativa immediata di tutte le indicazioni necessarie per surrogare o stipulare un mutuo. Ad esempio, per utilizzare gli strumenti di "calcolo mutuo" e fare una ricerca tra i mutui più convenienti, si deve semplicemente riempire lo spazio dell’importo, della finalità del mutuo, oltre a qualche altro dato generico, e quindi attendere che dalla ricerca si arrivi alla "classifica" delle offerte.

MutuiSupermarket è anche 100% responsive: si adatta ad ogni tipo di piattaforma desktop o mobile, dal pc, al tablet allo smartphone - e attraverso un look & feel dinamico e moderno - che permette un utilizzo intuitivo e piacevole - fornisce risposte tempestive personalizzate, chiare e aggiornate per trasformare la scelta del mutuo sul web in un processo alla portata di tutti, esperti e non.

Non è certo l’utente a pagare il servizio. Sono le banche che, alla stipula del mutuo, riconoscono un compenso a MutuiSupermarket, che è sempre e totalmente gratuito: offre a privati e famiglie anche tutti gli strumenti di educazione finanziaria per diventare più consapevoli, acquisire maggiore familiarità sul "capitolo" mutuo, per comprendere le dinamiche di mercato, e ottenere immediatamente la fattibilità del mutuo più adatto alle proprie esigenze.

Fra gli strumenti on line messi a disposizione dei propri utenti, figura il bollettino trimestrale gratuito, la "Bussola Mutui" – che MutuiSupermarket diffonde regolarmente negli ultimi 4 anni in collaborazione con CRIF, società leader nella gestione del principale sistema di informazioni creditizie in Italia - dedicato a chi intende «orientarsi» nella "fitta giungla" dei mutui ipotecari, nel momento della scelta del proprio finanziamento casa.

Oltre al pannello on line di confronto e controllo virtuale, c’è di più: parliamo di un servizio di consulenza telefonica svolto da veri professionisti, che dalle 9:00 alle 20:00 (al numero verde 800 901 900) rispondono agli aspiranti mutuatari, guidandoli passo dopo passo, come in un viaggio, dalla prima ricerca dell’offerta, alla richiesta di fattibilità del finanziamento sino all’erogazione finale del mutuo.

MutuiSupermarket.it, PASSIONE e PROFESSIONALITA’

chi siamoIl successo non viene da solo. I risultati di MutuiSupermarket.it, che per il secondo anno consecutivo si è aggiudicato il premio MetrixLab - "Miglior Sito Web Italiano di Confronto" del 2016 - deriva dall’essersi accreditato nel tempo per la rilevazione online delle migliori offerte surroga e acquisto prima casa.

MutuiSupermarket.it è diventato una sorta di wikipedia del mutuo, ricca di simulatori finanziari (i calcolatori per la valutazione dell’immobile e delle spese per l'acquisto della prima casa, il simulatore del mutuo a tasso variabile) e svariate guide di approfondimento specifiche.

Ma il (vero) motivo del favore degli aspiranti mutuatari è l’estrema attenzione dedicata a ciascuno dei propri utenti, che ricevono un’assistenza gratuita e personalizzata. MutuiSupermarket.it piace: è a fianco delle persone attraverso l’intero processo di accensione del mutuo; dà fiducia, offrendo assistenza ogni giorno, in ogni momento grazie a professionisti dedicati, che hanno a cuore "gli interessi" dei propri clienti.

MutuiSupermarket.it, come funziona

Su www.mutuisupermarket.it, la ricerca online del miglior mutuo è semplice e davvero immediata. Il sito si apre con una maschera di ricerca molto intuitiva, dove si possono impostare tutti i parametri di scelta: nel form online si inseriscono l’importo richiesto e la durata, selezionando il tipo di tasso di interesse (variabile, fisso o misto), la finalità del mutuo, il valore dell’immobile che si vuole acquistare e i dati del richiedente (età, domicilio, informazioni sul reddito).

schermataLa soluzione più conveniente viene evidenziata con uno speciale tasto "promozione", che indica la data di scadenza oltre la quale i valori del tasso di interesse e della rata mensile potranno subire variazioni. Il calcolo del mutuo online è molto semplice e consente al mutuatario di ricevere in pochi clic tutte le informazioni sul mutuo, sull’istituto erogante e sui costi di gestione. Dopo aver completato il modulo, è sufficiente cliccare il tasto "richiedi fattibilità" per completare la richiesta segnalando i propri dati completi, come consiglia il sistema.

Una volta che si è scelto il mutuo preferito e si effettua la richiesta di verifica fattibilità, entra in gioco MutuiSupermarket, che interviene come mediatore creditizio per ottenere il mutuo. In 24 ore i suoi consulenti controllano la fattibilità del mutuo direttamente con la banca e forniscono un supporto telefonico personalizzato sino all'erogazione, rispondendo a qualsiasi dubbio o perplessità sull’operazione. Il tutto sempre e solo gratuitamente, nell’interesse del mutuatario.

MutuiSupermarket.it serve a chi vuole preventivare le spese di un mutuo con la serenità e la sicurezza della convenienza, confrontare le offerte e risparmiare su un investimento che copre quasi una vita: e oltre alle soluzioni per l’acquisto della prima casa, si possono richiedere mutui di surroga e sostituzione (il trasferimento di un mutuo da una banca a un nuovo istituto a condizioni migliori), per liquidità e ristrutturazione.

Come richiedere il mutuo con MutuiSupermarket.it

  1. Compila il modulo con le tue richieste

    motoreLa ricerca del tuo mutuo inizia subito in home page nella sezione “Inizia da qui”. Basta modificare i dati già inseriti nel modulo di ricerca - corrispondenti alla ricerca di mutuo effettuata più di frequente dagli utenti nell’ultimo mese - e infine cliccare su "Cerca mutui".

  2. Confronta le migliori offerte di mercato

    risultatoLe migliori offerte di mutuo sono al centro, in ordine di costo complessivo crescente, dal meno caro al più caro.

  3. Scegli il mutuo preferito e ricevi in 24 ore la fattibilità preliminare della banca

    richiediBasta completare in soli 2 minuti un breve questionario. Entro un giorno lavorativo, il richiedente è contattato telefonicamente da un consulente dedicato, che seguendo i criteri di credito della specifica banca fornisce una analisi di fattibilità del mutuo, preliminare e non vincolante. In caso di parere positivo, la banca contatta l’utente per terminare l’analisi ed erogare il tuo mutuo.

Diamo uno sguardo al mercato

Dopo il 2015, anno di ripartenza del credito, e un 2016 propizio di ripartenza, la prima parte del 2017 ha visto una alternanza incessante di congiunture più o meno propizie per chi ha finanziato l’acquisto di un immobile tramite mutuo ipotecario. Il mattone non ha più numeri da crisi: anche se le cicatrici non sono ancora tutte rimarginate, il mercato continua a mostrare segnali di ripresa, anche se più lenta rispetto al recente passato. La diminuzione del livello rischio di credito e il consolidarsi di condizioni ancora estremamente espansive della politica monetaria sono fattori che aiuteranno lo sviluppo dei mutui.

Nel periodo dei minimi storici dei tassi, per mettersi al riparo dalle oscillazioni del mercato, molte famiglie italiane hanno preferito la scelta sicura del tasso fisso, che ha esercitato uno strapotere anche sul panorama delle offerte delle banche. Per due anni, tra surroghe e nuovi mutui, il tasso fisso ha monopolizzato il mercato.

Oggi il quadro è cambiato e l'attrattività di un mutuo a tasso fisso rispetto ad un mutuo a tasso variabile sta diminuendo. Se l’Euribor a 1 mese è rimasto fermo a -0,37%, ormai stabile da dicembre 2016, i tassi Irs sono risaliti, per via della crescita dell’inflazione nell’Eurozona rispetto a un anno fa, e questo ha fatto salire anche il tasso fisso applicato dalle banche. A giugno 2017, i migliori tassi fissi si attestano sull’1,85%, mentre i migliori variabili sullo 0,83%. Quindi i migliori tassi variabili sono diminuiti negli ultimi 10 mesi di circa uno 0,22% e i migliori tassi fissi sono aumentati di circa uno 0,2%. Il differenziale fra i due tassi è aumentato del 70% (da 0,6% a 1%) e quindi il differenziale fra le due rate a tasso fisso e a tasso variabile. In breve, in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di stipulare un mutuo da estinguere in 15 anni, quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più indovinata.

Attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita. E poi grazie alla surroga è sempre possibile, se i tassi aumentano, "rottamare" il proprio mutuo e passare ad un altro istituto a condizioni più convenienti.

E se le surroghe sono in calo, dopo due anni di grande effervescenza, crescono, anche se a ritmi non ancora sostenuti, i mutui destinati all’acquisto. I mutui godono di condizioni di offerta vantaggiose, di un miglioramento delle prospettive del mercato degli immobili residenziali, ma soprattutto della stagione favorevole dei bassi tassi di interesse applicati.

Sono aumentate le richieste di mutui presso le banche, che oggi stanno seguendo una politica chiara, concedendo, rispetto alle restrizioni del passato, accessi più agevoli alle famiglie che desiderano accendere un mutuo per l’acquisto della propria abitazione. L’aumento delle richieste di mutui nel primo semestre di quest’anno ha raggiunto il +21,3%, rispetto allo stesso periodo temporale del 2016. Il motivo principale di questo “ritorno al mutuo” è stato un segnale innegabile di maggiore disponibilità nell’erogazione dei mutui e l’abbattimento da parte degli istituti di credito dei tassi di interesse applicati, che generalmente rappresentano la barriera d’ingresso principale ai finanziamenti finalizzati all’acquisto di immobili.

La Surroga oggi

schermataSpesso e volentieri, dopo che si stipula il mutuo, ci si accorge che ci sono banche in grado di offrire tassi di interesse e condizioni migliori. Come fare a cambiare? La soluzione si chiama surroga mutuo, un’opzione che sicuramente può essere utile se si vuole risparmiare. Detta anche portabilità o surrogazione, non è altro che il trasferimento del mutuo da una banca ad un'altra. E’ un’operazione gratuita, che consente al mutuatario di ottenere un vantaggio considerevole legato alle migliori condizioni economiche garantite dal nuovo contratto, sottoscritto con l'istituto subentrante.

Nel 2015 circa il 30% del totale mutui erogati è stato con finalità surroga; e nel 2016 tale percentuale si è attestata attorno al 24%. Per il 2017, il fenomeno surroga continua a giocare un ruolo importante: i tassi fissi - che spiegano circa il 75% della domanda di mutui di surroga - si stanno mantenendo a livelli contenuti, anche in questi primi quattro mesi dell’anno. Il fenomeno della surroga sta riguardando infatti il cambio mutuo verso un nuovo mutuo a tasso fisso, per poter beneficiare di tassi fissi finiti ai minimi storici di sempre: surrogare in queste condizioni di mercato vuol dire mettere in sicurezza il proprio mutuo a tasso fisso sui restanti 20-25 anni di piano di rimborso, senza doversi più preoccupare di potenziali rialzi dei tassi Euribor, considerando anche che nuove opportunità di tassi fissi futuri inferiori agli attuali sono improbabili.

Con il passare del tempo e l’atteso rialzo dei tassi fissi sui prossimi trimestri potrebbe limitare le nuove erogazioni di surroga. In questo contesto, è possibile ipotizzare che la surroga possa arrivare ben presto a contare fra il 15 e 20% del totale erogazioni. I tempi di questa ritirata dipendono, ad ogni modo, dall’andamento degli indici IRS e dalle politiche di pricing adottate dalle banche. Oltre il 2018, ci sarà da considerare che la surroga torni di elevato interesse solo per chi attualmente ha sottoscritto un mutuo a tasso variabile, quando si registreranno movimenti repentini e ampi degli indici di riferimento Euribor.

Ufficio Stampa MutuiSupermarket
Sonia Nobilini
sonia.nobilini@fairone.it